• it

Calcoli renali: che cosa sono?

Kidney stones after ESWL intervention. Lithotripsy. Scale in centimeters

I CALCOLI RENALI: COSA SONO?

I calcoli renali sono “sassolini” costituiti da sostanze diverse (ossalato di calco,fosfato di calcio,acido urico ecc.) che si formano nel rene ma che poi si possono trovare a qualunque livello dell’apparato urinario.

colica renale

I sintomi

Finchè i calcoli rimangono nei reni non si manifestano sintomi importanti lievi mal di schiena e fitte e dolori tipo punture).

Quando i calcoli scendono nell’uretere provocano la colica renale con dolore violento, e talvolta nausea, vomito e sudorazione che porta direttamente al Pronto Soccorso.

La colica

In corso di colica renale il dolore violento si irradia nelle zone inguinali e a livello lombare. La terapia prevede antiinfiammatori non steroidei, antidolorifici e antispastici. Possono essere utili gli alfa bloccanti per facilitare l’espulsone del calcolo.

uomo che beve_1000x600

I CALCOLI RENALI: LE CAUSE

I calcoli renali sono molto comuni : si stimano circa 100.000 nuovi casi all’anno con una frequenza superiore nelle regioni del Sud Italia.

Ma quali sono i fattori predisponenti? Uno dei motivi è il caldo, infatti è stato dimostrato che le elevate temperature esterne, specialmente se associate alla disidratazione da esercizio fisico e ad un elevato consumo di bevande zuccherate possono aumentare il rischio di calcoli renali.

L’alta frequenza dei calcoli dipende anche da altri fattori di rischio come l’obesità, la sedentarietà e da una dieta iperproteica e povera di frutta e verdura.

Ovviamente grande importanza ha la familiarità che va sempre considerata.  Altri elementi favorenti la formazione dei “sassolini”? Sicuramente bere poco, perchè l’acqua evita che le sostanze che formano i calcoli cristallizzino e precipitino.

 

LA NATURA DEI CALCOLI RENALI

In presenza di una colica renale con dolori lancinanti spesso si procede con un’ecografia dell’addome o con una TAC per identificare al meglio i calcoli e valutarne la sede, le dimensioni e il grado di durezza. In base al tipo di calcolo si decide se intervenire o meno: se l’ostruzione è importante si agisce inserendo un catetere fra rene e vescica in modo da “bypassare ” il calcolo ed evitare il blocco renale. Se invece il sassolino è più piccolo di un centimetro e non ci sono complicazioni si preferisce aspettare che il paziente lo espella da solo nel giro di alcuni giorni.

Se il calcolo non viene eliminato spontaneamente si può ricorrere alla litrotrissia extracorporea che agisce dall’esterno tramite onde d’urto e frammenta il calcolo facilitandone l’uscita. In caso di calcoli di grandi dimensioni si preferisce far ricorso alle tecniche di endoscopia urologica: si può entrare con l’endoscopio dall’uretra e polverizzare il calcolo in sede per poi aspirarlo , oppure scegliere la chirurgia percutanea se il calcolo supera i due centimetri , eliminandolo direttamente con un nefroscopio equipaggiato di laser.

Una volta che il calcolo è eliminato si rende necessaria una valutazione metabolica per capire la composizione del calcolo : ognuno di noi infatti li produce sempre dello stesso tipo e sapere quale forma il singolo paziente è indispensabile per dare indicazioni dietetiche e terapeutiche diverse a seconda che i sassolini contengano ossalato di calcio (i più comuni), fosfato di calcio, acido urico, cistina.

In molti casi basta cambiare l’acidità delle urine, talvolta troppo acide, per impedire che si formino nuovi calcoli o per favorirne la dissoluzione. E in questo caso risultano di estrema importanza i CITRATI e il FILLANTO (pianta officinale).

sfere sale combinato

I CITRATI

I citrati (solitamente citrato di magnesio e citrato di potassio ) sono dei sali che rivestono un ruolo fondamentale nella prevenzione e nella terapia della calcolosi renale.  I citrati svolgono due azioni principali:

1-per le loro caratteristiche alcaline sono utili per innalzare il pH urinario (cioè ridurne l’acidità)  e di conseguenza favorire la solubilizzazione dei cristalli urici.

2-grazie alla capacità di legare e sequestrare il Calcio agiscono sui calcoli di ossalato di calcio e di fosfato di calcio trasformandoli nella forma solubilizzata.

 

I CITRATI: L’IINNOVAZIONE DEL SALE COMBINATO

Il sale combinato Potassio-Magnesio è un particolare complesso salino in unica formula che, rispetto alle più comuni miscele di citrato di potassio e citrato di magnesio, contiene maggiori quantità di citrato e quindi ha una maggiore efficacia.

Contiene inoltre potassio e magnesio nei corretti rapporti per mantenere ottimali le funzionalità di muscoli, cuore e sistema nervoso.

Ha una buona solubilità, un sapore gradevole e un’ottima tollerabilità gastro-intestinale.

phyllantus niruri_1000x600

IL FILLANTO

Il Phyllantus niruri (Fillanto) è una pianta tipica del Sudamerica nota anche con il nome peruviano “Chanca Piedra” cioè “distruttore di pietre”-

Dai fiori e dalle foglie di questa pianta si ricava un estratto ricco in tannini caratterizzato da un’importante attività: è in grado di contrastare la litiasi, cioè la formazione e l’aggregazione dei calcoli renali accrescendo la solubilità dei sali alcalini e aiutando a mantenere basso il tasso batterico del tratto urogenitale. Favorisce inoltre l’espulsione dei calcoli stessi e della renella (sabbia renale) in quanto esercita un’attività rilassante sulla muscolatura liscia del tratto urogenitale.

I risultati degli studi clinici hanno dimostrato che il Fillanto ha una buona potenzialità terapeutica dal momento che è in grado di modificare la consistenza e la struttura del calcolo rendendola più friabile e quindi più facilmente disgregabile ed eliminabile con le urine.

Per ricevere maggiori informazioni è possibile usufruire in qualsiasi momento del modulo dei contatti (consultabile tramite il menu a inizio pagina).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi